RSS

Jesè Rodriguez, fiore all’occhiello della cantera del Real Madrid

23 Lug

Jese Rodriguez

 

Jesè Rodriguez è la risposta del Real Madrid alla Masìa

Ogni bambino che s’avvicina al gioco del calcio conosce un nome prima ancora di imparare a calciare: Real Madrid. La squadra spagnola, infatti, rappresenta, per storia e potere economico, il maggior marchio della storia del calcio. Diventare un’istituzione del calcio, tuttavia, non è una cosa semplice, specie se non sei in possesso di solide basi e, a Madrid, l’hanno imparato da molto tempo, sin da quando cioè gli iberici alzarono al cielo la coppa dei campioni 1965/66 con una formazione composta da soli giocatori spagnoli.

Alla luce di questa gloriosa tradizione è sbocciato Jesè Rodriguez, classe 1993, ultimo fenomeno della cantera delle merengues. Jesè è entrato a Valdebebas, quartier generale polivalente del Real, all’età di 14 anni e da allora ha iniziato a scalare le compagini giovanili dei blancos a suon di prestazioni e reti.

Il giovane talento spagnolo è in grado di coprire qualsiasi posizione della metà campo offensiva, anche se viene impiegato per lo più da ala sinistra o da “finto nueve”, posizioni che, a seconda del caso, gli permettono di sfruttare la sua formidabile rapidità, il suo dribbling secco, il suo innato senso del gol ed il suo tiro preciso e potente. Capacità che gli sono valse la lusinghiera etichetta di “erede di Cristiano Ronaldo” da parte dei media iberici vicini alla Casablanca.

Jesè esordisce a soli 18 anni nel Castilla, formazione filiale del Real che milita nella Segunda Divisiòn spagnola e che ha visto passare fra le sue fila fenomeni del calibro di Emilio Butragueño, Manuel Sanchís fino a Raúl e Iker Casillas, entrando a far parte in pianta stabile della squadra titolare e diventandone rapidamente uno dei cardini. Durante la stessa stagione entra nell’orbita della prima squadra, venendo convocato più volte da José Mourinho sia per le partite della Liga che per quelle della Champions League.

Quella appena trascorsa è stata, tuttavia, la sua migliore annata, coronata dalla vittoria dell’europeo under 19, con annesso titolo di capocannoniere della competizione (con 5 reti in quattro partite), dalla partecipazione al mondiale under 20, che lo ha visto protagonista con la realizzazione di 4 reti in cinque partite, che gli sono valsi la scarpa di bronzo del torneo, e dal record sottratto a Butragueño con il Castilla, grazie alle 21 reti segnate in 38 presenze.

Nonostante il suo recente rendimento l’abbia messo sotto l’occhio del riflettore, con offerte arrivate nella capitale spagnola da parte dell’Arsenal, dal Manchester City e dal Benfica, né il Real Madrid né il giocatore hanno intenzione di dividere le proprie strade e, anzi, siamo pronti a scommettere che il futuro del ragazzo sarà lungamente segnato dalla maglia merengue.

Data di nascita: 26 febbraio 1993
Luogo di nascita: Las Palmas de Gran Canaria (Spagna)
Età: 20 anni
Altezza: 178 cm
Nazionalità: Spagnola
Ruolo: Ala – Attaccante centrale
Piede: Destro
Valore di mercato: 12.000.000 € (http://www.transfermarkt.it/)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su luglio 23, 2013 in Estero

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: