RSS

Un talento quasi rapito: Bruma

24 Lug

Bruma

Dopo il tentato rapimento Bruma cambierà club, Porto, Inter, Manchester, Bayern e Chelsea in pressing.Nonostante sia nato in Guinea-Bissau, Bruma è da considerare ormai un giocatore portoghese a tutti gli effetti, perno di tutte le nazionali giovanili e reduce dalla recentissima esperienza al Mondiale Under 20 giocati in Turchia, avventura terminata agli ottavi di finale, dopo la sconfitta contro il Ghana con il risultato di 2-3. Nonostante la prematura e cocente eliminazione di Bruma e compagni, il suo rendimento è risultato comunque di altissimo livello, distinguendosi con 5 marcature in 4 partite (doppietta alla Nigeria, una rete alla Corea del Sud e altra doppietta contro Cuba) e 2 assist, per un totale di 360 minuti giocati.

Prosegue,quindi, la florida e splendente tradizione del settore giovanile dello Sporting Lisbona che, dopo Figo, Nani e soprattutto Cristiano Ronaldo, sforna un altro potenziale fuoriclasse: Bruma appunto. Molteplici sono i casi dove, a livello di settore giovanile, i giocatori si distinguono in maniera importante per poi perdersi una volta arrivati alle soglie del professionismo, o comunque non raccogliendo quello che ci si aspettava da loro; ma per Bruma non è stato affatto cosi’: ribadendo la regola della “giovane promessa”, si conferma anche in prima squadra, dopo aver fatto faville in tutta la trafila giovanile biancoverde mettendo a segno circa 80 reti, facendolo diventare, come già detto poc’anzi, punto cardine di tutte le nazionali giovanili portoghesi.

10 Febbraio 2013-h.17.00, stadio Jose Alvalade: in campo scendono Sporting Lisbona e Maritimo, gara valevole per la 18° giornata della Primeira Liga. Il tecnico biancoverde Jesualdo Ferreira lo schiera titolare nel suo 4-2-3-1, mentre nella giornata seguente, allo “Estadio Municipal de Barcelos”, campo del Gil Vicente, arriva la prima marcatura di Bruma. Inizio molto promettente per il giovane portoghese, che incrementerà il suo rendimento in campionato, concludendolo con 13 presenze e 4 assist.

Passando a notizie non esattamente di “campo”, è di questo periodo il clamoroso episodio capitato a Bruma durante il soggiorno nella sua stanza d’albergo: il giovane è stato vittima di un tentativo di rapimento da parte di un gruppo di tifosi dello Sporting Lisbona, probabilmente infastiditi per le voci che lo vogliono in procinto di firmare per i rivali storici del Porto.

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico-tattico, il suo ruolo naturale sembra proprio essere quello di esterno d’attacco, perfettamente a suo agio in un 4-3-3, in un 4-2-3-1 o anche in un modulo che di base propone una difesa a 3, come il 3-4-3 e con le varie varianti che ne conseguono; il suo tecnico nello Sporting, Jesualdo Ferreira, quest’anno infatti, nelle sue 13 apparizioni in campionato, lo ha proposto come esterno sinistro alto. La sua caratteristica più importante risulta essere, infatti, questa fenomenale accoppiata “velocità-dribbling”. Può essere considerato il tipico numero 7 (i vari e, per certi versi, ingombranti paragoni con CR7 non sono casuali), abile con entrambi i piedi e dotato di una velocità assolutamente sopra la media; velocità che, abbinata alla sua grande tecnica, lo rendono un giocatore veramente valido. Ritornando al ruolo, Bruma (essendo un esterno d’attacco ) ha dalla sua un’altra grande possibilità: egli infatti può essere schierato su entrambe le fasce, su quella mancina e anche sul versante opposto, libero di rientrare all’interno del campo e liberare il suo piede sinistro.

Le positive apparizioni in campionato con la maglia dello Sporting Lisbona e un Mondiale Under 20 di assoluto livello hanno creato un’attenzione molto grande sulla giovane ala, da parte di tutti i top club europei: si parla, nelle varie sedi di mercato e tra i media, di una potenziale “asta milionaria” per assicurarsi il cartellino di Bruma. La Premier League, a quanto sembra, presenterebbe ben tre super potenze interessate: primi fra tutte i Blues del Chelsea di José Mourinho (dove giocò il fratello Buomesca), e subito dietro ecco il derby di Manchester, il City di Pellegrini contro i Red Devils del neo tecnico David Moyes. Sirene di mercato anche dall’Italia, con Roma e Inter che non hanno presentato ancora nessuna offerta ufficiale ma osservano con molto interesse. Tra le tante, il club che sembra maggiormente interessato (senza dimenticare il Porto sullo sfondo) sembra essere il Bayern Monaco di Pep Guardiola che vede in lui il vero erede di Robben. A tal proposito si vocifera di un’offerta di 5 milioni di € per il ragazzo, ma lo Sporting Lisbona (forte della clausola di rescissione fissata a 30 mln €) non cede e aspetta un’offerta veramente irrinunciabile per colmare, o comunque limitare, la crisi economica che ha colpito le casse del club.

 

Data di nascita:  24 Ottobre 1994
Luogo di nascita: Bissau
Età: 18
Altezza: 1,73
Nazionalità: Portogallo / Guinea-Bissau
Ruolo: attaccante
Piede: entrambi
Valore di mercato: 2.500.000 (Fonte: http://www.transfermarkt.it) 

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su luglio 24, 2013 in Estero

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: