RSS

Idolo del Boca che sogna l’Europa: Leandro Paredes

24 Set

 Il trequartista blindato dal club argentino soprannominato “El nuevo Riquelme” tra i migliori talenti sudamericani.

Quando tocca la palla lui col suo modo sopraffino i tifosi della Bombonera impazziscono. Un nome una garanzia a detta dei più esperti e appassionati. Non stiamo parlando del suo omonimo brasiliano Damião da Silva dos Santos attaccante del Internacional o del più anziano Leandro Câmara do Amaral, vecchia conoscenza della Fiorentina, ma di Daniel Paredes, e chiunque lo abbia visto giocare né parla entusiasta di spettacolo assicurato e soldi del biglietto ben spesi.

Nato a San Justo, cittadina della provincia di Buenos Aires, ad 8 anni è già di proprietà del Boca Juniors ma l’inizio della sua precoce carriera scatta il 7 novembre 2010, quando gioca gli ultimi spiccioli di partita persa per 0-2 contro l’Argentinos Juniors. Nel 2011 muove i primi passi con l’Under 17 argentina del direttore tecnico Oscar Garrè e si piazza al terzo posto nel campionato Sudamericano di categoria in Ecuador realizzando due gol contro il Perù e la Bolivia. L’inizio del 2012 non si prospetta dei più fortunati per  i boquenses reduci dalle cocenti sconfitte, alla decima finale della Coppa Libertadores, ad opera dei brasiliani del Corinthians e nella  prima Supercoppa Argentina persa 4-3 ai calci di rigore dall’Arsenal Fútbol Club di Sarandí. Tra queste delusioni l’anno passato assistiamo alla vera e propria l’esplosione del gioiellino gialloblù, difatti si afferma come nuova la stella del Torneo Inicial, (che ha sostituito il torneo di Apertura), vinto all’inizio di dicembre dello scorso anno dal Velez Sarsfield di Ricardo Gareca.  Non a caso dopo 5 partite è autore della sua  prima doppietta in carriera nel derby (o clasico) contro il San Lorenzo, che è valso il 3-1 finale. A fine stagione tredici presenze ed un’altra pregevole doppietta contro il Racing per questo enfant prodige.

In molti dicono l’artefice della scoperta di questa scommessa del calcio sia Julio Cesar Falcioni, che da pochi mesi lasciato la panchina del Boca Juniors per fare largo a Carlitos Bianchi. Adesso Bianchi, che aveva allenato la Roma di Franco Sensi dal mese di luglio del 1996 ad aprile del 1997 ed allenatore più vincente di sempre del Boca, si ritrova a gestire un grosso capitale che può determinare le fortune del club in campionato e a livello finanziario, considerando la crescita del calciatore e il prestigio degli acquirenti che si sono fatti avanti per portarlo in Europa.

El Mago, (tra i tanti soprannomi), se a inizio carriera veniva accostato all’indimenticata legenda del club Roman Riquelme anche per posizione in campo, ora si sta affermando da volante (enganche), tipico ruolo che in Sudamerica è inteso per il centrocampista che opera dietro le punte costruendo il gioco senza disdegnare il lavoro sporco di recuperar palloni quando occorre. Paredes è il classico trequartista con il comando di sfornare assist agli attaccanti, ma anche a gonfiare la rete con qualche perla. Ottima tecnica di base e una interessante visione di gioco sono le sue caratteristiche principali, ma chi segue attentamente il calcio argentino, oltre che nel lucido possesso palla non disdegna nel vederlo pressare gli avversari e mordere le caviglie quando la partita lo richiede. Leandro, nonostante la sua giovane età, è già alto 1,82 centimetri, oltre ad un fisico ben solido è micidiale nei calci piazzati. Il giovane talento è il simbolo emergente dell’ultima generazione di talenti argentini, una sintesi di istinto, naturalezza, eleganza, razionalità, fantasia. Detta i tempi della manovra, imposta l’azione, senza negarsi qualche inserimento da mezzala pura, nel pieno rispetto delle sue origini. E’ proprio questa somma di fattori a renderlo diverso, per certi aspetti, rispetto a Riquelme, più brillante e imprevedibile ma anche più anarchico e dispersivo. Paredes ha trovato un punto di equilibrio tra i lampi di un trequartista classico e la continuità di rendimento che si chiede a un regista, abituato a muoversi davanti alla difesa e a legare i reparti. In molti hanno accostato la sua duttilità di trequartista di nascita adattato più volte come regista di centrocampo analogamente come è successo al nostro Marco Verratti ai tempi del Pescara di Zeman.
Già da diverso tempo numerosi top club europei lo osservano con una certa frequenza: il primo ad innamorarsi calcisticamente di lui è Walter Sabatini, ds della Roma, che non ha mai nascosto il suo vivo interesse per Paredes sin dai tempi di Palermo. Dopo di lui in Italia anche i dirigenti di Juve, Napoli e Milan lo tengono sotto controllo, oltre ai soliti prestigiosi club d’Europa (Barcellona, Arsenal e Real su tutte).
Il futuro per lui sembra davvero il vecchio continente, ma come è successo al gioiellino brasiliano del Real Neymar da Silva Santos Júnior strapparlo alla casa madre non sarà certo facile ora che i tifosi vedono in lui davvero un punto fermo e il nuovo beniamino simbolo della squadra del presidente Daniel Angelici. Uno così, nonostante le porte chiuse del Boca, di sicuro tra qualche anno lo vedremo calcare i grandi palcoscenici europei da protagonista, il tempo di crescere ancora un pò per mantenere la promessa di essere un futuro top player internazionale. Oltre ad essere al centro dei desideri di ogni allenatore per il momento Leandro, a fianco delle recenti conoscenze del nostro campionato Fernando Gago e Pablo Ledesma, non sta affatto facendo rimpiangere i suoi più illustri e rappresentativi predecessori xeneizes Diego Armando Maradona e Martin Palermo ed è a caccia di nuovi successi e trofei in campo continentale e non solo.

Luogo di nascita: San Justo
Età:19 anni
Altezza:1,82 m
Nazionalità: Argentina
Ruolo: regista di centrocampo – trequartista
Piede: entrambi
Valore di mercato: 3.500.000 – ( www.transfermarkt.it)

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su settembre 24, 2013 in Estero

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: